Premettiamo che l’abbronzatura è un meccanismo di protezione e difesa che le cellule della pelle attivano nei confronti dei raggi del sole.

Quanto dura l’abbronzatura? Senza ulteriori stimoli, circa 3 settimane, che e’ il naturale ciclo di vita delle cellule della pelle.

Abbronzatura come mantenerla. Ecco alcuni consigli pratici:

  • mantenere la pelle idratata, utilizzando creme idratanti ricche, come burri e olii, anche più volte al giorno;
  • portare sempre con se’ uno spray viso idratante o un’acqua termale;
  • bere molta acqua, almeno 2 litri al giorno;
  • non fare bagni o docce troppo calde che disidratano la pelle e asciugarsi tamponando senza sfregare, per evitare la perdita del colorito;
  • utilizzare detergenti delicati, a base di tensioattivi delicati dermoaffini, e olii detergenti;
  • applicare un esfoliante leggero, per eliminare le cellule morte, e rendere la pelle morbida senza perdere l’abbronzatura;
  • seguire una dieta ricca di beta-carotene (pigmento vegetale contenuto nelle carote, albicocche, peperoni, mango, ecc.) inserendo anche olio di oliva e frutta secca, che contengono Vitamina E;
  • non applicare profumi alcolici: seccano la pelle e potrebbero danneggiare l’abbronzatura;
  • evitare il più possibile l’aria condizionata: secca la pelle, la disidrata e danneggia il colorito scuro;
  • stare il più possibile all’aria aperta e al sole;
  • poi, se l’abbronzatura inizia inesorabilmente a spegnersi, si può sempre alloccare un self-tan di ultima generazione, anche da miscelare alla crema idratante .